Pinot Noir “Montigl” Riserva

Le gambe vanno da sole, attraversano fattorie, boschi e dolci pendii scaldati dal sole. Il profumo di campagna e di fieno mi insegue per tutto il viaggio. Il primo saluto arriva da simpatici cavalli, poi da uccellini interdetti dal mio passaggio e infine da persone che come me non si sono fatte sfuggire il panorama di oggi: le Alpi imbiancate incorniciano l’orizzonte e campeggiano sui due rami del lago. È così limpido che pare di poter toccare le Grigne allungando la mano. Sono in vetta al “re” del triangolo lariano: il Monte San Primo.

Allora re dei vitigni sia. Pinot Noir “Montigl” Riserva cantina Terlano (2013). Rubino scarico con lievi sfumature granato, bellissima luce. Il naso è di grande finezza: le note di frutti a bacca nera e quelle dolcemente speziate della cannella, della liquirizia e della vaniglia anticipano i sentori animali di pellame e cuoio. Tabacco dolce e un accenno di canfora. In bocca è fine, elegantemente tannico. Peccato l’impazienza: stapparlo tra qualche anno ci avrebbe regalato ancora di più.